Scacciata siciliana con tuma e biete selvatiche

Scacciata siciliana con tuma e biete selvatiche

Difficoltà: Intermedio Tempo di preparazione 20 min Tempo di cottura 30 min Tempo di riposo 2 ora Tempo totale 2 ore 50 min Porzioni: 6 Stagione migliore: Adatto tutto l'anno

Descrizione

Ciao a tutti, oggi prepariamo la Scacciata Siciliana con tuma e biete selvatiche, semplicemente irresistibile e semplice da preparare. Un guscio 'panoso' e morbidissimo a base di farina di semola rimacinata con un ripieno di formaggio e verdure selvatiche che potete sostituire con verdure di stagione, semplice e genuino, sono sicura che vi conquisterà.
Passate a trovarmi sulla mia pagina FB, vi aspetto!

Ingredienti

Ingredienti per ripieno

Per l'impasto base della scacciata

Istruzioni

  1. Scacciata siciliana con tuma e biete

    Per chi non lo sapesse la 'tuma' sta a indicare la stagionatura del formaggio pecorino siciliano. A Catania lo chiamiamo tuma definendo il formaggio, ma nello specifico esistono pecorino primo sale e il tumazzo di vacca, il primo è un formaggio morbido che si scioglie bene in cottura, il secondo è più stagionato e alle volte lo trovate anche con grani di pepe nero o peperoncino o pistacchi. Per fare questa scacciata tipica io ho utilizzato il primo sale, secondo me presta molto perché mi piace il risultato filante al taglio.

    Cominciamo versando la farina dentro una ciotola, uniamo metà dell'acqua leggermente riscaldata con la punta delle dita mescoliamo solo al centro formando una conca.

    Sciogliamo il lievito nell'acqua restante, aggiungiamo anche lo zucchero e mescoliamo. Lasciamo riposare il liquido ottenuto per qualche minuto.

    Aggiungiamo lentamente l'acqua all'interno della ciotola con la farina, iniziamo a impastare Fino a quando l'impasto si staccherà facilmente dalle mani e risulterà morbido e liscio.

    Aggiungiamo alla fine il burro e il sale, impastiamo ancora fino a completo assorbimento di questi ultimi ingredienti.

    Riponiamo l'impasto dentro una ciotola con coperchio o coperta con pellicola alimentare. Lasciamo riposare per circa due ore, fino al raddoppio possibilmente in forno spento con lucina accesa. 

    Mondiamo la verdura lavandola accuratamente, poniamola dentro un padella capiente, mettiamo il coperchio e cuciniamola a fuoco dolce per circa 10-15 minuti girandola di tanto in tanto con delle pinze da cucina.

    Scacciata siciliana
  2. Appena la verdura diventa tenera, togliamo il coperchio alla padella e alziamo la fiamma del fornello. Lasciamo evaporare completamente l'acqua che ha rilasciato la verdura, aggiungiamo dunque dell'olio evo, lo spicchio d'aglio in camicia leggermente schiacciato e un pizzico di sale. Saltiamo le verdure pochissimi minuti, spegniamo il fornello e lasciamo raffreddare.

    Nel frattempo prendiamo l'impasto, sgonfiamolo leggermente con le mani, poi, separiamolo formando due panetti, stendiamoli con un mattarello formando due dischi. Poniamone uno come base su una teglia antiaderente per pizze, tagliamo il formaggio a fette e disponiamolo al centro del disco lasciando circa 3 cm liberi lungo la circonferenza. Aggiungiamo le biete e finiamo con altro formaggio, sovrapponiamo il disco rimasto premendo lungo i bordi della scacciata siciliana, rigiriamo con indice e pollice formando un cordoncino sigillando bene tutta la circonferenza.

    Accendiamo il forno a 180° C funzione statico.

    Con i rebbi di una forchetta bucherelliamo la parte superiore praticando un piccolo taglio a croce al centro, che favorirà la cottura omogenea del ripieno senza rigonfiamenti, inforniamo per circa 30 minuti fino a doratura.

    Appena cotta, sforniamo la scacciata e spennelliamo con olio evo, copriamo con un canovaccio umido per circa 10 minuti (questo passaggio renderà la scacciata fragrante al punto giusto, fidatevi è un trucchetto della mia mamma).

    Potrebbero interessarvi anche:

    Rose di pasta pizza con timilia e maiorca

    Scacciata con i Cavolfiori Affogati

    Grazie per aver preparato questa ricetta insieme a me, ricordate di mandarmi la foto se la realizzate, sarò orgogliosa di mostrarla nel mio Album delle ricette provate dai fan, sulla pagina FB.

    Spero la mia ricetta vi sia piaciuta.

    Vi aspetto alla prossima Melizia.

    Link social dove seguirmi:
    Pagina facebook Melizie in Cucina
    Canale youtube Melizie
    Melizie in Cucina Pinterest
    Twitter Melizie in Cucina

Melita Manola

Mi chiamo Melita, vivo a Catania e adoro cucinare i piatti della tradizione e quelli semplici veloci alla portata di tutti. Ho la passione, cresciuta nel tempo, per i lievitati dolci e salati, ho imparato a gestirli preparando dal pane alle brioche con ottimi risultati, riuscendo a ottenere prodotti da panificio o bar direttamente a casa. Adoro imparare e sperimentare, dai primi ai secondi passando per antipasti e contorni, affinando metodi della tradizione della cucina italiana, senza trascurare praticità e presentazione del piatto. Riesco attraverso la mia gentilezza e pazienza a trasferire tutto quello che imparo a chi mi segue, quindi, preparatevi e ne cucineremo di tutti i colori ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.