Gelato alla fragola

Ricetta con o Senza Gelatiera

Gelato alla fragola

Difficoltà: Principiante Tempo di preparazione 15 mins Tempo di cottura 8 mins Tempo di riposo 1 hrs Tempo totale 1 ora 23 min
Porzioni: 6
Stagione migliore: Available

Descrizione

Ciao a tutti, oggi prepariamo il Gelato alla fragola, una delizia estiva che cattura l'essenza dei frutti di bosco freschi e maturi, è una vera tentazione per il palato.

Il Gelato alla fragola, noto per la sua consistenza morbida e cremosa, si distingue dal tradizionale gelato per il suo sapore intensamente naturale e per la minore quantità di grassi. Realizzato con vere fragole selezionate, zucchero, e una base di latte e panna, il gelato di fragole seduce ogni assaggio con una dolcezza bilanciata e un retrogusto leggermente acidulo. È il perfetto rinfresco per una calda giornata estiva, ma anche un elegante dessert da gustare in ogni momento dell'anno.

Se provate la mia ricetta potete mandarmi le vostre foto in pagina FB o IG e anche su Whatsapp cliccando sull'apposito tasto su FB, vi aspetto numerosi.

Pagina facebook Melizie in Cucina
Canale youtube Melizie in Cucina
Pinterest Melizie in Cucina
Twitter Melizie in Cucina
Telegram Melizie in Cucina

Ingredienti

Instructions

  1. Gelato alla fragola

    Cominciamo lavando per bene le fragole, eliminiamo i sepali superiori, tagliamo a pezzi e trasferiamole dentro un pentolino insieme allo zucchero e al succo di limone.

    Accendiamo il fornello e cuociamo a fuoco vivace per circa 7-8 minuti mescolando di tanto in tanto.

    Togliamo il pentolino dal fuoco e lasciamole raffreddare completamente.

    Prendiamo un frullatore a immersione e frulliamo pochissimo il composto con le fragole, lasciando dei pezzi piccoli se vogliamo un gelato più rustico, frulliamo un po' di più per una texture più cremosa e setosa.

    Mescoliamo panna e latte e versiamoli sopra il composto con le fragole.

  2. Azioniamo la gelatiera e versiamo il composto alle fragole dentro il cestello, programmiamo 35 minuti e lasciamo mantecare.

    Alla fine del tempo, trasferiamo il gelato alla fragola dentro apposita vaschetta e riponiamo in freezer per almeno 1 ora. Se abbiamo la gelatiera con cestelli integrati e non estraibili possiamo consumare subito.

     

  3. Serviamo il gelato in coppa o in cialda, come preferite. Se si desidera aggiungere un tocco di originalità, si possono guarnire le coppe di gelato con foglioline di menta fresca o una spolverata di biscotto sbriciolato per un piacevole contrasto e croccantezza. Il Gelato alla fragola non è solo un dessert, ma una celebrazione della semplicità e della freschezza, un modo squisito per concludere ogni convivio con un sorriso.

    Se non avete la gelatiera niente paura: potete preparare il gelato alle fragole ugualmente. Preparate il composto seguendo le istruzioni in ricetta, versatelo dentro una vaschetta da freezer e lasciate congelare per circa 1 ora. Prendete la vaschetta e con un frullatore a immersione frullate il gelato per qualche minuto, riponete in freezer e ripetete l'operazione ogni 30 minuti per altri 3 cicli. Se non avete il frullatore a immersione procedete con delle fruste elettriche a velocità minima e buon gelato a tutti!

    Potrebbero interessarvi anche:

    Salame dolce al cioccolato bianco
    Salame dolce al cioccolato bianco
    gelato al pistacchio di bronte
    Gelato al pistacchio di Bronte

    Grazie per aver letto la mia ricetta, spero la realizziate per la vostra famiglia, vi aspetto alla prossima Melizia!

Melita Manola

Melita Manola

Mi chiamo Melita, una vera catanese con un cuore pulsante di origini spagnole. Sono innamorata dell'arte culinaria, un amore che si esprime nella preparazione di piatti tradizionali e al tempo stesso semplici e veloci, accessibili a chiunque voglia cimentarsi in cucina. La mia passione si è evoluta nel tempo, con un focus particolare sui lievitati, sia dolci che salati. Ho affinato le mie tecniche, tanto da poter dire con orgoglio di ottenere a casa prodotti che potrebbero tranquillamente essere venduti in un panificio o in un bar.

Il mio desiderio di imparare e sperimentare non conosce limiti; amo spaziare dai primi piatti ai secondi, senza dimenticare antipasti e contorni, perfezionando i metodi della tradizione culinaria italiana. Non trascurando mai la praticità e la presentazione dei piatti, credo che l'occhio voglia la sua parte.

La mia gentilezza e pazienza sono i miei strumenti migliori per condividere tutto quello che apprendo con chi mi segue. Quindi, preparatevi a un viaggio tra sapori e colori, perché insieme cucineremo piatti che rallegreranno la vista e delizieranno il palato!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *