Zeppole brinate all’arancia morbidissime

Zeppole brinate all’arancia morbidissime

Difficoltà: Principiante Tempo di preparazione 10 mins Tempo di cottura 1 mins Tempo di riposo 90 mins Tempo totale 1 ora 41 min
Porzioni: 8
Stagione migliore: Adatto tutto l'anno

Descrizione

Ciao a tutti oggi prepariamo insieme le Zeppole brinate all'arancia morbidissime

Semplici e morbidissime, con l'effetto brinato dello zucchero che le ricopre andranno a ruba, sono una tira l'altra e finiranno in un baleno.

Si preparano in pochi minuti e sono talmente facili che vi conquisteranno. 

Passate a trovarmi sulla mia pagina FB, vi aspetto con tante ricette buonissime e consigli utili in cucina!

Ingredienti

Instructions

  1. Zeppole brinate all'arancia morbidissime

    Cominciamo grattugiando la buccia delle arance, poi spremiamole e ricaviamo il succo che filtreremo prima di aggiungerlo all'impasto.

    Scaldiamo l'acqua dentro un pentolino o al microonde, sciogliamo il lievito granulare nell'acqua mescolando energicamente con una forchetta.

    Versiamo la farina dentro una ciotola capiente, aggiungiamo l'acqua con il lievito, metà dello zucchero, le scorze d'arancia. Cominciamo a impastare con una forchetta, aggiungiamo il succo d'arancia poco per volta, appena il composto comincerà a staccarsi dalla ciotola, riversiamolo su un ripiano infarinato e impastiamo fino a quando non risulta liscio e uniforme.

    Formiamo un panetto e riponiamolo dentro una ciotola coperta da pellicola trasparente lasciando lievitare in luogo caldo e privo di correnti d'aria (io dentro forno spento con lucina accesa) fino al raddoppio, trascorrerà circa un'ora.

    Prendiamo l'impasto, sgonfiamolo con le mani e aggiungiamo l'uovo leggermente sbattuto con lo zucchero rimasto e l'olio di semi, cominciamo a impastare fino all'assorbimento completo degli ingredienti, il composto dovrà risultare morbido.

    Copriamo nuovamente la ciotola con l'impasto e lasciamo riposare 30 minuti (io in forno spento con lucina accesa).

    Zeppole brinate all'arancia morbidissime
  2. Trascorso il tempo, trasferiamo l'impasto dentro una sac a poche, scaldiamo l'olio a 170° se non abbiamo il termometro immergiamo uno stuzzicadenti nell'olio, quando si formeranno delle bollicine attorno allo stuzzicadenti l'olio sarà pronto. 

    Aggiungiamo una fettina di mela nell'olio caldo, questo trucchetto limiterà l'odore di fritto in casa, provate e vedrete ;) funziona davvero.

    Con la sac a poche e una forbice da cucina o un coltello, versiamo l'impasto, quantità della grandezza di una noce, cuociamo per pochi minuti girando spesso con una schiumarola fino a doratura, non riempiamo mai la pentola per evitare di abbassare di colpo la temperatura dell'olio, cuociamo cinque zeppole alla volta, così avremo un fritto asciutto e perfetto.

    Scoliamo le zeppole su carta cucina e poi ancora tiepide immergiamole  dentro una ciotola con parte uguale di zucchero a velo e zucchero semolato, creando l'effetto brinato sulle zeppole.

    Consumiamo le zeppole in giornata, io le servo ancora tiepide, sono troppo buone. Buon dolce a tutti!

    Provate anche:

    Castagnole veloci dolci -15 minuti

    Chiacchiere al marsala

    Grazie per aver preparato questa ricetta insieme a me, ricordate di mandarmi la foto se la realizzate, sarò orgogliosa di mostrarla nel mio Album delle ricette provate dai fan, sulla pagina FB.

    Spero la mia ricetta vi sia piaciuta.

    Vi aspetto alla prossima Melizia.

    Link social dove seguirmi:
    Pagina facebook Melizie in Cucina
    Canale youtube Melizie
    Melizie in Cucina Pinterest
    Twitter Melizie in Cucina

     

     

    Zeppole brinate
Melita Manola

Melita Manola

Mi chiamo Melita, una vera catanese con un cuore pulsante di origini spagnole. Sono innamorata dell'arte culinaria, un amore che si esprime nella preparazione di piatti tradizionali e al tempo stesso semplici e veloci, accessibili a chiunque voglia cimentarsi in cucina. La mia passione si è evoluta nel tempo, con un focus particolare sui lievitati, sia dolci che salati. Ho affinato le mie tecniche, tanto da poter dire con orgoglio di ottenere a casa prodotti che potrebbero tranquillamente essere venduti in un panificio o in un bar.

Il mio desiderio di imparare e sperimentare non conosce limiti; amo spaziare dai primi piatti ai secondi, senza dimenticare antipasti e contorni, perfezionando i metodi della tradizione culinaria italiana. Non trascurando mai la praticità e la presentazione dei piatti, credo che l'occhio voglia la sua parte.

La mia gentilezza e pazienza sono i miei strumenti migliori per condividere tutto quello che apprendo con chi mi segue. Quindi, preparatevi a un viaggio tra sapori e colori, perché insieme cucineremo piatti che rallegreranno la vista e delizieranno il palato!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *