Medaglioni di scampi gustosi e prelibati

Medaglioni di scampi gustosi e prelibati

Difficoltà: Intermedio Tempo di preparazione 15 min Tempo di cottura 6 min Tempo totale 21 min Porzioni: 4 Stagione migliore: Adatto tutto l'anno

Descrizione

Ciao a tutti, oggi prepariamo insieme i Medaglioni di scampi. Un piatto facile e sfizioso per cucinare gli scampi in modo diverso dal solito, ogni medaglione è adagiato su una purea delicata di cavolfiori e asparagi, connubio di sapori che stupirà il vostro palato.. inoltre vi consiglio di abbinare a questo piatto anche i Conchiglioni ripieni con salsa di gamberi


Passate a trovarmi sulla mia pagina FB.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Medaglioni di scampi

    Cominciamo a cuocere il cavolfiore e gli asparagi così: prendiamo il cavolfiore e tagliamo le cime, laviamolo sotto l'acqua corrente, per gli asparagi eliminiamo la parte inferiore dei gambi, quella più legnosa, tagliamo le cime e peliamo la parte centrale, poi mettiamoli dentro un colapasta d'acciaio sopra un pentolino con acqua bollente, se volete potete cuocere in pentola a pressione o semplicemente bollirli in acqua.

    Medaglioni di scampi
  2. Eseguiamo lo stesso procedimento per i cavolfiori. A metà cottura, preleviamo asparagi e cavolfiori dal colapasta avendo cura a non buttare via l'acqua nel pentolino inferiore, che ci servirà in seguito.

    Prendiamo gli scampi, eliminiamo le teste e tagliamo il carapace con una forbice da cucina, sfiliamo lo scampo sgusciandolo ed eliminando il filamento nero superiore. Lasciamo uno scampo con la parte finale della coda intatta per decorare ogni medaglione.

    Tagliuzziamo gli scampi e bagniamoli con olio e limone emulsionati, aggiungiamo del prezzemolo tritato, se preferite potete aggiungere anche del pepe.

    Lasciamo marinare per circa 8-10 minuti, se possiamo anche di più. Con l'aiuto di un coppa pasta e un cucchiaino formiamo un medaglione direttamente sul fondo della padella, lasciamo cuocere 2 minuti per lato avendo cura a metà cottura di sfilare l'anello di coppa pasta e girare il medaglione, sfumiamo con un po' di vino bianco.

    Secondo di Pesce - Medaglioni Scampi
  3. Per preparare la purea di cavolfiori e asparagi:

    Saltiamo cimette di cavolfiori e asparagi insieme un paio di minuti in padella con olio d'oliva e l'aglio, preleviamo alcune punte di asparagi e qualcuna di cavolfiore, tenendoli da parte per decorare il piatto nella fase finale.

    Trasferiamo le verdure cotte dentro una ciotola a bordi alti, aggiungiamo un pizzico di sale, un giro d'olio e un mestolo di acqua di cottura tenuta da parte.

    Frulliamo tutto con un mixer ad immersione fino a creare una purea, scegliamo la densità, più acqua di cottura aggiungeremo, più liquida si presenterà, io ho aggiunto poca acqua, dato che desideravo una purea e non una vellutata.

    Montiamo il piatto: due cucchiai di purea sul fondo, adagiamo i medaglioni di scampi con sopra lo scampo intero, gli asparagi e i ciuffetti di cavolfiore tenuti da parte, un filo d'olio sul piatto ed il gioco è fatto.

    Servite subito. Per servire il piatto alla giusta temperatura, vi consiglio di tenere in caldo i medaglioni e puntare sulla purea ben riscaldata in modo da gustare il piatto al meglio.

    N.B. In alternativa, potete sostituire gli scampi con dei gamberi o gamberoni imperiali freschi, il piatto sarà ugualmente gustoso ed elegante.

    Potrebbero interessarvi anche:

    Conchiglioni ripieni con salsa di gamberi

    Gamberoni in padella al brandy

    Grazie per aver cucinato con me i Medaglioni di scampi, ricordate di mandarmi la foto se li realizzate, sarò orgogliosa di mostrarla nell'album dedicato sulla mia pagina FB.

    Vi aspetto alla prossima Melizia.

    Link social dove seguirmi:
    Pagina facebook Melizie in Cucina
    Canale youtube Melizie
    Melizie in Cucina Pinterest
    Twitter Melizie in Cucina

Melita Manola

Mi chiamo Melita, vivo a Catania e adoro cucinare i piatti della tradizione e quelli semplici veloci alla portata di tutti. Ho la passione, cresciuta nel tempo, per i lievitati dolci e salati, ho imparato a gestirli preparando dal pane alle brioche con ottimi risultati, riuscendo a ottenere prodotti da panificio o bar direttamente a casa. Adoro imparare e sperimentare, dai primi ai secondi passando per antipasti e contorni, affinando metodi della tradizione della cucina italiana, senza trascurare praticità e presentazione del piatto. Riesco attraverso la mia gentilezza e pazienza a trasferire tutto quello che imparo a chi mi segue, quindi, preparatevi e ne cucineremo di tutti i colori ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.