Biscotti ossa di morto catanesi

Biscotti ossa di morto catanesi

Difficoltà: Esperto Tempo di preparazione 15 mins Tempo di cottura 10 mins Tempo di riposo Tempo totale 2 ore 25 min
Porzioni: 25
Stagione migliore: Autunno

Descrizione

Sono sicura che il nome non è molto invitante, invece dopo aver assaggiato i Biscotti ossa di morto catanesi, cambierete idea. Questi tipici biscotti duri siciliani si gustano nel periodo della commemorazione dei defunti. In questo periodo a casa mia come in tutte le case siciliane si regalano tanti giocattoli ai più piccoli, per tradizione si mangiano anche i dolci tipici come i biscotti Rame di Napoli, Totò, 'Nzuddi e anche l'ossa e mottu (ossa di morto) questi ultimi sono i più particolari, il colore, la forma e la consistenza sono unici. Si realizzano con appena quattro ingredienti e la lavorazione è unica con un riposo di due giorni, ma credetemi il risultato ne vale la pena. Si tratta di biscotti a pasta dura da sgranocchiare, il biscotto in realtà ha due consistenze, la base dura e caramellata e la parte superiore chiara fragrante e dal sapore zuccheroso. Vi racconto un aneddoto legato alla mia infanzia: i miei genitori, nonni, zii non chiamavano questi biscotti ossa di morto, forse però per delicatezza alla nostra tenera età, in alcune pasticcerie davano la forma di paperella, quindi li chiamavamo i papareddi, in particolare ricordo che mangiavo solo la parte bianca e la parte scura la mangiava papà.. quindi non stupitevi se i vostri bimbi preferiranno mangiare la parte superiore, anche se adesso con l'età preferisco e apprezzo la parte scura.
Passate a trovarmi sulla mia pagina FB, vi aspetto!

Ingredienti

Istruzioni

  1. Biscotti ossa di morto catanesi

    Cominciamo versando acqua, zucchero e chiodi di garofano dentro un pentolino, accendiamo il fornello a fiamma dolce.

    Biscotti ossa di morto catanesi
  2. Cuociamo fino a far bollire lo zucchero, non dovrà caramellare, quindi appena bolle e sta per cambiare di colore, spegniamo la fiamma e lasciamo intiepidire leggermente.

  3. Mescoliamo la farina e la cannella, versiamo poco alla volta sullo zucchero e mescoliamo velocemente con una spatola formando un composto chiaro e appiccicoso. Spostiamo il composto molto velocemente su un ripiano e lavoriamolo aggiungendo poca farina per evitare che si attacchi alle mani, facendo attenzione a non scottarci, cerchiamo di operare molto velocemente perché se l'impasto si raffredda troppo, diventerà poco malleabile e difficile da lavorare. Formiamo dei lunghi cordoncini con uno spessore di circa tre centimetri, tagliamoli trasversalmente e posizioniamoli su una teglia ricoperta da carta forno.

    impasto ossa di morto
  4. Pratichiamo dei piccoli taglietti su ogni biscotto, copriamoli con una retina per alimenti e lasciamoli riposare a temperatura ambiente per 48 ore, quindi due giorni. I biscotti, passato il tempo di riposo, diventeranno chiari, solo la base sarà di colore più scuro perché umida. Accendiamo il forno a 140° ventilato.

    formatura ossa di morto
  5. Con un pennellino bagniamo la base di ogni biscotto con dell'acqua e disponiamoli su una teglia rivestita da carta da forno. Inforniamo i biscotti ossa di morto catanesi per circa 10-15 minuti e la magia avverrà sotto i nostri occhi, infatti la base del biscotto si scioglierà colorandosi diventando croccante e la parte superiore rimarrà bianca e zuccherosa.

    Appena sfornati non spostate subito i biscotti, aspettate che si raffreddino completamente.

    Credetemi se vi dico che questi biscotti sono buonissimi, croccantissimi, occhio ai denti ;)

    N.B. I biscotti si conservano fino a un mese dentro una biscottiera di latta o vetro chiusa. Inoltre se li frantumiamo possiamo utilizzarli come granella su creme e gelati.

    Potrebbero interessarvi anche:
    Biscotti ripieni al cioccolato
    Grazie per aver preparato questa ricetta insieme a me, ricordate di mandarmi la foto se la realizzate, sarò orgogliosa di mostrarla nel mio Album delle ricette provate dai fan, sulla pagina FB.
    Spero la mia ricetta vi sia piaciuta, vi aspetto alla prossima Melizia.

    Link social dove seguirmi:
    Pagina facebook Melizie in Cucina
    Canale youtube Melizie
    Melizie in Cucina Pinterest
    Twitter Melizie in Cucina

Melita Manola

Melita Manola

Mi chiamo Melita, una vera catanese con un cuore pulsante di origini spagnole. Sono innamorata dell'arte culinaria, un amore che si esprime nella preparazione di piatti tradizionali e al tempo stesso semplici e veloci, accessibili a chiunque voglia cimentarsi in cucina. La mia passione si è evoluta nel tempo, con un focus particolare sui lievitati, sia dolci che salati. Ho affinato le mie tecniche, tanto da poter dire con orgoglio di ottenere a casa prodotti che potrebbero tranquillamente essere venduti in un panificio o in un bar.

Il mio desiderio di imparare e sperimentare non conosce limiti; amo spaziare dai primi piatti ai secondi, senza dimenticare antipasti e contorni, perfezionando i metodi della tradizione culinaria italiana. Non trascurando mai la praticità e la presentazione dei piatti, credo che l'occhio voglia la sua parte.

La mia gentilezza e pazienza sono i miei strumenti migliori per condividere tutto quello che apprendo con chi mi segue. Quindi, preparatevi a un viaggio tra sapori e colori, perché insieme cucineremo piatti che rallegreranno la vista e delizieranno il palato!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *