Mooncake di pandoro senza cottura

5 da 1 voto

Mooncake di pandoro senza cottura

Difficoltà: Principiante Tempo di preparazione 5 mins Tempo di riposo 30 mins Tempo totale 35 min
Porzioni: 4
Stagione migliore: Inverno

Descrizione

Ciao a tutti, oggi prepariamo insieme le Mooncake di pandoro senza cottura. Ultimo giorno dell'anno per concludere in dolcezza e semplicità, per chi vuole trasformare le fette di pandoro avanzato in un dolcino talmente semplice da rimanere stupiti ;) si prepara in pochi minuti.

Ci occorreranno degli stampi sferici o da muffin e poi creme spalmabili o creme avanzate dalla preparazione di altri dolci e poi.. andiamo alla ricetta :) dai che facciamo prima! 

Passate a trovarmi anche sulla mia pagina FB, vi aspetto con tante ricette e consigli utili per la vostra cucina!

Ingredienti

Instructions

  1. Mooncake di pandoro senza cottura

    Cominciamo rivestendo con pellicola alimentare uno stampo sferico o per muffin, se non lo abbiamo utilizziamo delle coppette o piccole bowl.

    Tagliamo con un coltello affilato delle fette di pandoro o panettone da circa 2 cm di spessore, possibilmente circolari.

    Non appiattiremo le fette con un mattarello per evitare di rendere il pandoro fitto e poco soffice, invece, foderiamo con le fette di pandoro lo stampo, cercando di premere delicatamente la fetta formando un incavo all'interno dello stampo.

    Mooncake di pandoro senza cottura
  2. Riempiamo fino all'orlo ogni incavo con crema al cioccolato, possiamo utilizzare crema pasticcera, crema al pistacchio o panna montata. Se volete farcire con creme particolari e buonissime vi lascio le mie ricette più golose per creme da farcitura ;)

    Copriamo ogni stampo con un'altra fettina di pandoro formando un coperchio, premiamo bene con le mani, bagniamo con liquore al caffè o liquore dolce oppure latte per i più piccoli e ricopriamo con pellicola trasparente a contatto. 

    Aggiungiamo il liquore solo sulla base per evitare di bagnare la parte superiore delle mooncake, che altrimenti risulterebbero troppo umide, rendendo impossibile la decorazione con lo zucchero a velo. Bagnando la base invece, il liquore si trasferirà al ripieno donando un retrogusto all'assaggio piacevole e delicato.

    Mooncake di pandoro senza cottura
  3. Trasferiamo gli stampi in frigo per almeno 30 minuti, se abbiamo la possibilità anche tutta la notte.

    Al momento di servire, sformiamo le mooncake direttamente su un vassoio, spolverizziamo con zucchero a velo o con cacao e serviamo.

    Consigli utili: possiamo farcire le mooncake di pandoro senza cottura con quello che preferiamo, anche utilizzare la crema al mascarpone del tiramisù, bagnando il pandoro con il caffè espresso diventeranno mooncake al gusto tiramisù ;)

    Potrebbero interessarvi anche:

    Crema namelaka al fondente 

    Torta di pistacchi con crema pasticcera

    Crema pasticcera leggera e veloce

    Grazie per aver preparato con me le mooncake al pandoro senza cottura, ricordate di mandarmi la foto se le realizzate, sarò orgogliosa di mostrarla nell'album dedicato sulla mia pagina FB.

    Vi aspetto alla prossima Melizia.

    Link social dove seguirmi:
    Pagina facebook Melizie in Cucina
    Canale youtube Melizie
    Melizie in Cucina Pinterest
    Twitter Melizie in Cucina

Melita Manola

Melita Manola

Mi chiamo Melita, una vera catanese con un cuore pulsante di origini spagnole. Sono innamorata dell'arte culinaria, un amore che si esprime nella preparazione di piatti tradizionali e al tempo stesso semplici e veloci, accessibili a chiunque voglia cimentarsi in cucina. La mia passione si è evoluta nel tempo, con un focus particolare sui lievitati, sia dolci che salati. Ho affinato le mie tecniche, tanto da poter dire con orgoglio di ottenere a casa prodotti che potrebbero tranquillamente essere venduti in un panificio o in un bar.

Il mio desiderio di imparare e sperimentare non conosce limiti; amo spaziare dai primi piatti ai secondi, senza dimenticare antipasti e contorni, perfezionando i metodi della tradizione culinaria italiana. Non trascurando mai la praticità e la presentazione dei piatti, credo che l'occhio voglia la sua parte.

La mia gentilezza e pazienza sono i miei strumenti migliori per condividere tutto quello che apprendo con chi mi segue. Quindi, preparatevi a un viaggio tra sapori e colori, perché insieme cucineremo piatti che rallegreranno la vista e delizieranno il palato!

2 commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *