Bocconcini sfoglia ricotta e spinaci

Croccanti dal cuore morbido
5 da 1 voto

Bocconcini sfoglia ricotta e spinaci

Difficoltà: Principiante Tempo di preparazione 30 mins Tempo di cottura 15 mins Tempo totale 45 min
Porzioni: 8
Stagione migliore: Adatto tutto l'anno

Descrizione

Ciao a tutti, oggi prepariamo insieme i Bocconcini sfoglia ricotta e spinaci con solo 4 ingredienti, semplicissimi e superveloci per un aperitivo sfizioso, cene fredde e buffet. Tutti i consigli anche per congelarli e averli sempre a disposizione con largo anticipo per i vostri commensali.

Se provate la ricetta non dimenticate di mandarmi qualche foto sui social:

Pagina facebook Melizie in Cucina
Canale youtube Melizie in Cucina
Pinterest Melizie in Cucina
Twitter Melizie in Cucina    

Ingredienti

Instructions

  1. Bocconcini sfoglia ricotta e spinaci

    Cominciamo preparando il ripieno, prendiamo i cubetti di spinaci surgelati e lasciamo scongelare delicatamente dentro un padella con pochissima acqua, cuociamo con coperchio per qualche minuto, poi togliamo il coperchio e con una spatola allarghiamo le foglie, aggiungiamo uno spicchio d'aglio, olio evo e un pizzico di sale. Saltiamo in padella a fuoco vivace per qualche minuto e lasciamo raffreddare.

    Scoliamo la ricotta e schiacciamo con una forchetta, aggiungiamo un pizzico di sale, il parmigiano o grana grattugiato e gli spinaci.

    bocconcini sfoglia ricotta e spinaci
  2. Mescoliamo bene tutti gli ingredienti formando un composto morbido ma che rimane compatto. 

    Tagliamo il rotolo di sfoglia formando 8 spicchi, adagiamo un cucchiaio di composto per il ripieno sulla parte larga di ogni spicchio e per renderli ancora più sfiziosi aggiungiamo un cubetto di provola dolce o affumicata al centro.

    Arrotoliamo delicatamente ogni fagottino su se stesso verso la punta dello spicchio e mettiamoli su una teglia ricoperta di carta forno.

    Adesso la parte con il trucchetto che voglio svelarvi: spennelliamo accuratamente ogni fagottino con l'albume, compreso il ripieno che in alcuni potrebbe essere fuoriuscito dal fagottino, questo passaggio renderà il ripieno compatto e sigillato, quindi non si perderà su tutta la teglia durante la cottura, ma rimarrà circoscritto al fagottino ;) fidatevi e guardate le foto.

     

    Bocconcini sfoglia ricotta e spinaci
  3. cuociamo i fagottini a 220° C per circa 15-20 minuti, ci accorgeremo che sono pronti appena si coloreranno in superficie.

    Lasciamo intiepidire e serviamoli.

    Possiamo farcire i fagottini con prosciutto e formaggio o altri ingredienti che abbiamo in casa. Se vogliamo congelarli, basterà cuocerli e lasciarli raffreddare completamente, adagiarli su un vassoio ben distanti tra loro e congelarli, poi, spostiamo dal vassoio a un contenitore per freezer oppure una busta con zip, così potremo utilizzare solo quelli che ci occorrono evitando sprechi. Si conservano per circa 2 mesi.

    Basterà togliere e fagottini dal freezer la sera prima o la mattina presto e lasciarli scongelare in frigo. 

    Scaldiamo in forno per 5 minuti e serviamo, saranno come appena sfornati. 

    Potrebbero interessarti anche:

    Calzoni fritti facili fatti in casa

    Tramezzini ripieni con insalata di pollo

    Peperoni ammollicati in agrodolce

    Pizzette di semola del panificio

    Spero che la mia ricetta ti sia piaciuta, torna presto per la prossima Melizia

    Bocconcini sfoglia ricotta e spinaci
Melita Manola

Melita Manola

Mi chiamo Melita, una vera catanese con un cuore pulsante di origini spagnole. Sono innamorata dell'arte culinaria, un amore che si esprime nella preparazione di piatti tradizionali e al tempo stesso semplici e veloci, accessibili a chiunque voglia cimentarsi in cucina. La mia passione si è evoluta nel tempo, con un focus particolare sui lievitati, sia dolci che salati. Ho affinato le mie tecniche, tanto da poter dire con orgoglio di ottenere a casa prodotti che potrebbero tranquillamente essere venduti in un panificio o in un bar.

Il mio desiderio di imparare e sperimentare non conosce limiti; amo spaziare dai primi piatti ai secondi, senza dimenticare antipasti e contorni, perfezionando i metodi della tradizione culinaria italiana. Non trascurando mai la praticità e la presentazione dei piatti, credo che l'occhio voglia la sua parte.

La mia gentilezza e pazienza sono i miei strumenti migliori per condividere tutto quello che apprendo con chi mi segue. Quindi, preparatevi a un viaggio tra sapori e colori, perché insieme cucineremo piatti che rallegreranno la vista e delizieranno il palato!

2 commenti

  1. Cara Melita, grazie mille per le bellissime ricette e per la tua gentilezza nel condividerle con me. Adoro la cucina siciliana. E infine, con la tua ricetta dei tipici gnocchi di mandorle, che ho mangiato l’ultima volta 13 anni fa. Ho fatto la pasta di mandorli e, erano una delizia, ero dipendente ppr loro…??????????muitíssimo grazie.??
    Un abbraccio, d’Ana ?? in Germania

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *